RiEconomy Talk a Sovico (Monza): come è andata?

Domenica scorsa sono stato invitato dai transizionisti brianzoli a parlare di RiEconomy.

L’idea era quella di fare una presentazione che potesse coinvolgere sia i transizionisti rodati sia nuovi amici e curiosi, che andasse più a fondo sui temi dell’economia e del progetto RiEconomy – che spesso nei transition talk non riescono ad avere il tempo che meritano – senza tralasciare le informazioni base – ovvero i nostri inseparabili amici: picco del petrolio, cambiamenti climatici, resilienza, e via dicendo.

Abbiamo provato così a ripercorrere la nostra storia dal punto di vista energetico, dai tempi dei cacciatori-raccoglitori fino agli odierni smartphone. Abbiamo visto come tutto ciò che ci circonda dipenda dal surplus energetico dei combustibili fossili, che per molti anni ci hanno dato tantissima energia a basso costo, ma che oggi lo fanno sempre con maggior fatica.

Tante informazioni su questi temi li potete trovare qui:

http://www.tullettprebon.com/strategyinsights/

Poi siamo passati al sistema finanziario, alla creazione della moneta nell’economia moderna e di tutti gli effetti che questo comporta. Devo confessare che qui le cose diventano ‘strane’. Ogni economista ha la sua teoria, ma sotto sotto nessuno sa veramente come funzioni questo magico sistema. Diventa allora molto difficile fornire informazioni oggettive come si può fare per la realtà termodinamica. La cosa bella, però, è stato parlare finalmente di questi temi senza quel velo di mistero e complotto che spesso li accompagnano. Nessuna entità segreta o piani di schiavitù mondiale delle masse. Solo un sistema complesso in piena sofferenza, condito di comportamenti emergenti autolesionisti e irresponsabili e di visioni a breve termine.

Per chi vuole maggiori informazioni sulla creazione della moneta, le più ufficiali e aggiornate che ho trovato finora sono quelle della Banca d’Inghilterra, le trovate qui:

http://www.bankofengland.co.uk/publications/Documents/quarterlybulletin/2014/qb14q1prereleasemoneyintro.pdf

h-THUMB-WRESTLING-960x540

Poi abbiamo provato un gioco pericoloso (addirittura più pericoloso di quello di Cristiano Bottone!!) per capire per quale motivo continuiamo a crearci tanti problemi come individui e società e come potremmo trovare un modo per evitarli.

Non vi posso dare ulteriori dettagli, solo che c’è stata una grande sfida di pollici-wrestling e che ne sono tutti usciti illesi, per fortuna!!

Finita questa prima parte, ci siamo finalmente concentrati sulle opportunità che abbiamo adesso davanti a noi: rilocalizzazione economica, nuove forme di impresa, nuove forme di moneta, di scambi e di relazioni. Abbiamo visto di cosa tratta il REconomy project in UK e di quello che sta nascendo qui in Italia.

È stato divertente anche rileggere i principi di permacultura guardando al nostro territorio comunale (ma perché no? potrebbe essere anche quello provinciale, regionale o nazionale). Perché non facciamo un’analisi funzionale della nostra economia? Come possiamo gestire i rifiuti di un’attività e trasformarli in risorse per un’altra? Quali bisogni vogliamo che vengano soddisfatti e quali non lo sono, oggi? Come cominciamo questo cambiamento con tanti piccoli e lenti passettini..? Come possiamo includere veramente tutti in questo processo?

Alla fine, come ad ogni incontro di transizione che si rispetti, c’era ad aspettarci un tavolo imbandito pieno di leccornie da degustare, attorno al quale si è svolto un piccolo world cafe improvvisato su tutte queste domande.

Non potrò mai ringraziare abbastanza Martina, Dario e l’associazione L’ORTERIA (https://www.facebook.com/lorteria?fref=ts) per avermi ospitato e per aver organizzato l’evento, per la bellissima location qual è lo studio artistico di Dario, per tutto il buon vino, le torte salate e la bellissima serata passata in compagnia per le strade di Seregno.

La sensazione è che ci sia sempre più carne al fuoco nel mondo della transizione italiana, vediamo cosa succederà nei prossimi mesi..!

Giulio

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...