“Salta la corrente”: scegliamo assieme un contratto di energia 100% rinnovabile

Dalla collaborazione tra Buona Pratica, il Comune di Santorso e Municipalities in Transition, è nato il progetto ‘Salta la Corrente’, che ha l’obiettivo di aiutare i cittadini a passare a fornitori di energia elettrica 100% rinnovabile in modo semplice e sicuro.

Martedì 24 luglio alle 20.30 alla Casa del Custode vi racconteremo cosa abbiamo scoperto finora, quali sono le potenzialità e gli ostacoli nel tentare un’azione come questa e rifletteremo assieme su come proseguire con il progetto.

A martedì!

Salta la corrente

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Open Space MiT: come è andata?

di Irene Magnabosco

Arrivo 45 minuti in ritardo a causa di una lunga nottata all’Opera all’Arena di Verona. Sono già arrivati tutti e hanno in mano un filo di lana che li collega in svariati modi, mi sento un po’ fuori luogo dato che sono fuori da questa fitta ragnatela di legami. Il filo di lana rappresentava le connessioni all’interno della nostra comunità. Cerco di seguire i ragionamenti troppo complicati per una me ancora addormentata.

IMG_0928.JPG

Giulio inizia a spiegare come più o meno si svolgerà la giornata. Mi affascina scoprire come l’Ost si basi su quattro semplici ma potenti principi: chi c’è è la persona giusta, ciò che succede è l’unica cosa che poteva accadere, quando comincia comincia e quando finisce, finisce. Possono sembrare scontati ma io stessa spesso mi trovo a pensare e a ragionare su ciò che poteva accadere, le persone che sarebbero dovute venire, ecc.         Che liberazione invece pensare “va tutto bene, lasciamoci sorprendere”.

Il tema di questa giornata è come rendere Santorso più sostenibile. Già ti viene da pensare che per un argomento così ampio serva una grande quantità di persone, magari esperte, specializzate e con ruoli importanti. Invece mi ritrovo a lavorare con altre 11 persone che i principi mi ricordano essere quelle giuste, al posto giusto, al momento giusto.

La giornata non prevede un programma ben stabilito, siamo noi a proporre idee o temi di discussione che ci stanno a cuore e di cui vogliamo prenderci la responsabilità di portare avanti. 

Ci sono tante proposte quante il numero di partecipanti e per evitare di fare tavoli da solo una o due persone abbiamo deciso di raggruppare i temi simili. I temi principali sono: educazione, mobilità, economia circolare e comunità.

All’Open space tutto ciò che emerge dai tavoli viene appuntato in un documento collettivo per poi permettere a tutti di sapere cosa è successo, anche nei tavoli in cui non hanno partecipato. Lo potete leggere o scaricare QUI.

Ai tavoli a cui sto partecipando mi sorprende l’intensità di pensieri e di idee che emergono in ogni persona, come in un alveare di api pieno di miele. Non c’è nessuno che prende il controllo della situazione, ci sentiamo tutti ascoltati e alla pari di chi ci è accanto, nonostante la differenza di età e di ruoli. 

All’ora di pranzo mangiamo tutti insieme le prelibatezze che ognuno ha preparato, siamo nel fresco porticato della casa, stranamente sono carica, anche se ancora un po’ assonnata. Foto non ne sto facendo perché troppo impegnata a mangiare. 

Facciamo una passeggiata al Parco Rossi per poi fare un paio di attività per risvegliarci. Giochiamo ad una “morra cinese umana”: troppo complicata da spiegare, dico solo che al posto di sasso, carta e forbice c’è un orso, un cowboy e un ninja. La seconda attività che facciamo si chiama Teatro di Presenza Sociale, che ci chiede di impersonare una componente della società (ad esempio il governo europeo, i giovani, le famiglie…) e provare a rappresentare con una posizione del corpo la situazione in cui questo si trova. Un po’ alla volta ci rendiamo conto di come non siamo in relazione gli uni con gli altri, nessuno si sente a proprio agio nella posizione scomoda in cui è così ad un certo punto ci spostiamo in una posizione in cui noi collettivamente vorremmo trovarci, il nostro miglior futuro potenziale. Ora siamo tutti collegati, molto più vicini. È strano notare come collettivamente creiamo situazioni che non piacciono a nessuno, nessuno vuole trovarsi solo, triste e ai margini eppure è ciò che continuiamo quotidianamente a produrre. Questa attività non ha niente a che fare con l’Open space ma ci ha aiutato ad aumentare la consapevolezza del mondo in cui viviamo.

IMG_0942

Alla fine della giornata ci scambiamo delle impressioni su quanto abbiamo fatto attraverso due domande: una cosa che ci è piaciuta e come “sarebbe stato meglio se”. La cosa che mi è piaciuta di più è stato il fatto che non eravamo costretti a stare seduti e a rimanere seri e concentrati a lavorare, ma siamo stati liberi di giocare e divertirci e di cose ne sono venute fuori lo stesso. Per dire, ecco qui sotto i miei piedi nel fango durante il pomeriggio.

L’unico “ancora meglio se” che mi viene da dire è se fosse stato un pochino più fresco, fa troppo caldo!

I progetti che sono emersi sono molto corposi ma realizzabili e spero vivamente che qualcosa vada avanti e venga realizzato nei prossimi mesi o anni. Spero anche che ci siano altre occasioni di partecipare ad altri Open Space anche per le persone che non hanno potuto partecipare oggi..

Buone cose a tutti 🙂

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Presentazione di MiT: come è andata

di Lorenzo Broccardo

L’incontro della scorsa sera è stato il primo incontro organizzato per presentare il progetto Municipalities In Transition (MIT) alla popolazione di Santorso.

_IRN1349Dopo i saluti del sindaco è iniziata la vera e propria serata, infatti, per prima cosa abbiamo un pò giocato a conoscerci, ponendo a tre patner casuali, 3 diverse domande : Cosa ti piace di santorso? A cosa tieni maggiormente? Perché sei qui?

Finito questo momento iniziale, utile per per creare un bel clima di familiarità, ci si è spostati all’interno della casa del custode, dove si è svolta la vera e propria presentazione del MIT. Qui il pdf delle slide!

Durante la presentazione c’era una buona energia, che è culminata nel momento in cui è stato svelato il lavoro di mappatura fatto.

Mappatura che consisteva nel censire tutte le attività virtuose presenti nel comune di Santorso. Uno dei commenti più gettonati è stato “Che bella iniziativa! Non sapevo a Santorso ci fosse questa o quell’attività”.

Non abbiamo parlato solo di ciò che a Santorso c’è e funziona, ma anche di alcune delle grandi sfide che come comunità dobbiamo affrontare. Qui sotto ad esempio potete vedere le più importanti fonti di emissioni di CO2 del nostro paese..Schermata 2018-06-22 alle 00.56.25

… e qui alcuni dei flussi economici che ogni anno escono dalla nostra economia locale senza farvi ritorno e che producono al contempo i maggiori impatti ambientali: i consumi energetici delle nostre case, i nostri mezzi di trasporto e il cibo confezionato e non locale (cioè ad alta energia grigia).

Schermata 2018-06-22 alle 00.56.38

Prima dei saluti e dell’ottimo commiato finale con vino e torte fatte in casa, è stato annunciato l’open space technology che si terrà il 30 giugno alle 9.30, sempre presso la casa del custode, incentrato sul passaggio all’azione in sinergia con tutte le realtà e i cittadini del territorio.

_IRN1407
_IRN1417

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Vi presentiamo: Municipalities in Transition!

Municipalities in Transition” è un esperimento internazionale che cerca di promuovere l’innovazione e la sostenibilità attraverso nuove forme di collaborazione tra i Comuni e la società civile. Santorso vi partecipa come pilota insieme ad altri comuni di tutto il mondo, e mercoledì 20 giugno, alle 20.30 alla Casa del Custode, vi racconteremo bene di cosa si tratta.

MiT_Serata presentazione.jpg

Negli ultimi due mesi, grazie ad un piccolo ma determinato gruppo di cittadini la prima fase del progetto è stata completata. Abbiamo svolto infatti una piccola ricerca su tutti quegli attori e progetti virtuosi attualmente presenti nel territorio di Santorso, abbiamo provato ad individuarne i punti di forza e di debolezza e i legami (visibili o meno) tra loro.

Non vi nascondiamo che siamo rimasti incredibilmente stupiti da ciò che oggi esiste nella nostra comunità! Molti di noi purtroppo non lo sanno e temiamo che questo possa rallentarne l’evoluzione o il potenziale futuro.

Ecco perché questa serata. Vogliamo condividere con voi questa ricerca per rifletterci assieme e iniziare a stendere un piano d’azione che possa rafforzare le buone pratiche esistenti, contribuire a creare nuove sinergie e progetti e accelerare la transizione verso una società e un’economia più sostenibile, bella e circolare.

Che facciate già parte di questa rete o che non vediate l’ora di entrare a parteciparvi, vi aspettiamo là!

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

MiT: Diario dal Transition Training

“Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta.”

IMG_0739

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Corso Permacultura sociale

Permacultura-Sociale

Tutor del Corso: Marco Pianalto e Giulio Pesenti Campagnoni

Coordinatore del Corso: Alessandro Bisognin

Il corso di Permacultura Sociale è stato pensato per offrire metodi e strumenti utili all’esame critico delle proprie questioni personali, nella presa di decisioni collettive e nella conduzione di progetti di più ampio respiro. Che si tratti del nostro ambito personale, della nostra famiglia, dell’associazione o dell’impresa in cui lavoriamo, avremo a disposizione tecniche per stimolare la fiducia e la collaborazione delle persone attorno a noi e per realizzare i nostri progetti a breve e lungo termine.

Il filo conduttore delle dieci giornate è la ​Theory U​, un percorso pensato da Otto Scharmer (del MIT di Boston) per promuovere l’innovazione e la leadership di gruppi e imprese.

Il corso si svilupperà secondo le seguenti fasi:

● comprendere al meglio la complessità delle sfide globali utilizzando l’​Approccio Sistemico​ e il Metodo Scientifico

● sviluppare la visione di un mondo sostenibile e resiliente attraverso gli approcci della ​Transizione​, della ​Reconomy​ e con un’attenzione agli aspetti emozionali con l’aiuto del ​Lavoro che Riconnette​ di Joanna Macy

● trovare ispirazione e collegarsi a progetti emergenti/potenziali

● co-creare attraverso il ​Dragon Dreaming

● diventare agili con la ​Sociocrazia​, la ​Comunicazione Nonviolenta (CNV)​ e molto altro.

 

PERCHÈ PERMACULTURA SOCIALE?

La Permacultura – una metodologia progettuale che integra molteplici discipline – costituisce l’approccio metodologico di questo corso.

La Permacultura è nata per essere applicata all’ambito ambientale e successivamente estesa con molto successo all’ambito sociale e culturale.

In Permacultura prestiamo molta attenzione ai margini fra i vari sistemi che compongono la nostra vita. (per approfondire sulla permacultura clicca qui)

Il marginale diventa un luogo pieno di energie inesplorate e inespresse. Noi di Seminamore, avendo come facilitatori sperimentato l’efficacia di questi strumenti presi singolarmente, crediamo che i loro benefici aumentino notevolmente se li integriamo in modo sistemico.

Per questo abbiamo ideato un corso presenziale di 10 giorni, in modo che i partecipanti possano vivere profondamente l’impatto che questi metodi hanno nell’aprire nuove prospettive, successivamente trasferibili alla propria esperienza quotidiana. Lo scambio di idee e la pratica di gruppo potenzieranno ulteriormente l’effetto di questi processi trasformativi.

 

I DOCENTI

Marco Pianalto

Agronomo, Insegnante, Progettista e Consulente in Permacultura e Agricoltura Rigenerativa, traduttore di molti corsi e conferenze inerenti la Transizione e le Pratiche Sostenibili. Lavora con diverse organizzazioni e associazioni Italiane ed è co-Fondatore dell’associazione Seminamore, la quale ospita e organizza il corso. Dice Marco: ”La Permacultura è definita come un metodo di progettazione sistemica applicabile a vari ambiti che spaziano dall’agricoltura alla bioedilizia, dal risparmio energetico alla costruzione di comunità sostenibili. A me piace pensarla più come un modo per ritrovare in noi l’antica arte di abitare la natura.”

Giulio Pesenti Campagnoni

Trainer e Speaker per il Transition Network, ha iniziato nel 2011 l’esperimento della Transizione a Santorso (VI), il proprio paese natale. Ha una grande passione per la Comunicazione Nonviolenta, il Pensiero Sistemico, la Facilitazione e tutto ciò che può aiutare l’essere umano a risolvere i grandi problemi in cui si è cacciato. Attualmente è impegnato con il progetto “Municipalities in Transition” atto a costruire ponti e percorsi verso la sostenibilità con i comuni e la società civile. In particolare, adora passare il tempo con chi la pensa diversamente da lui.

 

ORARI, DATE E LUOGO DEL CORSO

Saranno comunicati a breve gli orari definitivi.

Il corso si terrà ad Asiago sul famoso altopiano delle montagne vicentine, un posto stupendo per passare l’estate, dove si possono fare bellissime passeggiate tra boschi e pascoli, con tantissima storia e luoghi da scoprire!

Ulteriori informazioni su Vitto e Alloggio saranno fornite scrivendo a iscrizioni@seminamore.org, in quanto stiamo ottenendo in questi giorni delle convenzioni vantaggiose dalla struttura che ci ospita.

Le date e gli orari delle lezioni possono essere soggette a leggere variazioni, comunicate in ogni caso con largo anticipo.

 

DETTAGLI TECNICI PER L’ISCRIZIONE

I costi di partecipazione cambiano a seconda del numero di partecipanti: nel range che va dai 12 ai 14 partecipanti il costo è standard, invece dai 15 partecipanti fino al massimo di 20 il costo è ridotto:

– Il corso può avviarsi con un minimo di 12 partecipanti che versano una Quota di Partecipazione di euro 540,00 + Quota Tessera Seminamore di euro 10,00.

– Superata la prima soglia dei 15 partecipanti (dal 15esimo in su) la quota di partecipazione si abbassa per tutti i partecipanti a euro 500,00 + Quota Tessera Seminamore di euro 10,00.

– Superata la seconda soglia dei 17 partecipanti (dal 17esimo al 20esimo)  la quota di partecipazione si abbassa ancora a euro 480,00 + Quota Tessera Seminamore di euro 10,00.

Iscrivendosi entro Venerdì 15 Giugno 2018 si potrà usufruire di uno sconto di euro 30,00! (Con tale sconto si pagheranno quindi euro 510,00 invece di 540,00 fino al raggiungimento dei 14 partecipanti, euro 470,00 invece di 500,00 a partire dai 15 partecipanti, euro 450,00 invece di 480,00 a partire dai 17 partecipanti)

È necessario iscriversi comunque entro e non oltre la giornata di Venerdì 6 Luglio 2018. 

Per iscriversi basta versare l’acconto di € 300,00 tramite bonifico bancario o in contanti direttamente al Coordinatore del Corso Alessandro Bisognin, e mandare a iscrizioni@seminamore.org o consegnare al Coordinatore ricevuta di versamento entro e non oltre Venerdì 6 Luglio 2018. 

Soglie e sconti saranno applicati al Saldo.

La quota associativa annuale di € 10,00 sarà versata al momento dell’accettazione Venerdì 20 Luglio 2018, con compilazione del modulo d’iscrizione all’associazione Seminamore.

Il saldo dovrà essere effettuato sempre al momento dell’accettazione, dunque il primo giorno del corso.

 

Effettuare il bonifico a favore di:

Nuova Seminamore
Banca Etica – Vicenza
IBAN: IT 37 I 03599 01899 050188534163

Causale: Quota Partecipazione Permacultura Sociale

 

SCONTI PREVISTI

Sconto € 30,00: per chi si iscrive entro Venerdì 15 Giugno 2016

Sconto di ulteriori € 20,00: per chi ha già frequentato il corso di permacultura 72h presso la nostra associazione

Gli sconti saranno applicati al Saldo.

 

Eventuali ricavi derivanti da questo corso saranno destinati al progetto Trees Revolution Project!

PER INFO E ISCRIZIONI SCRIVERE A ISCRIZIONI@SEMINAMORE.ORG OPPURE TRAMITE SMS O WHATSAPP AD ALESSANDRO AL NUMERO 392 69 85 107.

 

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Transition Training Santorso 9-10 giugno

Vi invitiamo a due giorni intensi in cui fare esperienza diretta di com’è vivere in un mondo “in transizione”. Imparando, attraverso attività esperienziali e pratiche, gli strumenti e le idee che stanno alla base del movimento e che sono utili a tutti coloro che operano per il cambiamento e si confrontano con le dinamiche di gruppo.

volantino training santorso

Quando: Sabato 9 e domenica 10 giugno dalle 9.00 alle 18.00

Dove: Casa del Custode, Via S. Maria s.n. Santorso (VI)

Per iscriverti, compila il form: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfgKoePSjNA67rsbfYEE27q8wsVaCD2IO-4ZWHuK8LtstS-mA/viewform?fbzx=3874225995231570400

Cosa:

Si tratta di un laboratorio esperienziale di formazione, creato da Sophy Banks e Naresh Giangrande del Transition Network nel 2008. Le attività del training sono progettate per dare un assaggio di diverse metodologie e strumenti utili per attivare processi di Transizione sul piano locale. Per questo diciamo che questa esperienza di formazione è la “scatola degli attrezzi” per chi si sente agente di cambiamento.

Molto spesso vi partecipa un gruppo di persone già attive, che ha avviato un’iniziativa locale e desidera capirne di più e migliorarne l’efficacia nel tempo. Oppure singole persone che stanno pensando di farsi promotrici della Transizione nella propria comunità. O, ancora, partecipanti ad altre associazioni, movimenti o progetti che desiderano apprendere strumenti come la facilitazione, la gestione di riunioni in Open Space, la cura degli aspetti emozionali e la psicologia del cambiamento.

Il Transition Training ha lo scopo di fornire una cassetta degli attrezzi da usare nella propria comunità. In particolare, si parla di:

  • quali strumenti usare per facilitare la partecipazione delle persone al cambiamento
  • come organizzare eventi di sensibilizzazione che tengano conto della psicologia del cambiamento
  • perché è importante avere una visione collettiva del futuro e come fare a condividerla all’interno di una comunità
  • leadership ed empowerment di comunità

e molto altro, con tantissime attività esperienziali che possono essere poi riutilizzate nel proprio contesto dopo averle sperimentate in prima persona. Senza contare che il Training è un’ottima occasione per familiarizzare con lo “stile” della Transizione e conoscere persone della propria zona interessate al cambiamento.

Questo Transition Training è parte di un percorso formativo più ampio all’interno del progetto “Municipalities in Transition” di cui Santorso è uno dei progetti pilota (http://municipalitiesintransition.org/harvesting/santorso/).

Facilitatori: Ellen Bermann e Martina Francesca

Per ulteriori informazioni sui costi e sulle iscrizioni, per favore contattate

Giulio Pesenti Campagnoni – giulio_pc@yahoo.it -3405784029

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento